nekdsex.com
https://freesexstories.pro/

LA NUTRIGENOMICA AL SERVIZIO DELLE ANTI-AGING SPA

Il test genomico è lo strumento dell’odierna scienza medica in grado di prevenire le principali patologie mantenendo in questo modo a livello ottimale, lo stato di forma psico-fisica.

Il genoma si può definire come l’insieme dei geni di una qualunque cellula che appartenga a un organismo semplice come un batterio o a un organismo complesso come l’uomo. Nell’uomo le porzioni del genoma costituiscono i cromosomi e vengono ereditati in coppia, dalla madre ed altrettanti dal padre.

Le porzioni dei cromosomi sono i geni, che sono costituiti dalle basi presenti nel DNA: le basi sono quattro molecole nominate Adenina (A), Guanina (G), Citosina (C), Timina (T) = AGCT, che si uniscono tramite legami per formare una lunga doppia catena, ad andamento a forma di elica scoperta da Watson e Crick nel 1953 e che ha assunto il nome di DNA.

Le basi del DNA non si uniscono tra loro in modo casuale ma ogni adenina si può unire esclusivamente con la timina e viceversa, allo stesso modo la guanina si può unire solamente alla citosina, questo fa sì che se noi conosciamo la sequenza di basi di una catena possiamo ricavarne per deduzione la sequenza anche dell’altra singola catena.

Allo stato delle odierne conoscenze si afferma che il DNA umano, localizzato nel nucleo delle cellule, è formato da circa 3 miliardi di basi che codificano le caratteristiche di tutta la persona. Sempre allo stato delle odierne conoscenze è stato calcolato che in tutto il genoma sono presenti circa 180.000 geni di lunghezza variabile e molte sequenze di DNA che non sono deputate ad alcuna codifica.

Sono quindi questi 180.000 geni che codificano tutte le particolarità di cui è costituita una persona, ma occorre ricordare che ogni 1.000 geni, 999 sono identici per tutti gli individui: soltanto un gene ogni mille contraddistingue inequivocabilmente una persona.

Nel DNA e quindi nel genoma sono contenute tutte le informazioni che permettono al nostro organismo di vivere, pensare, muoversi ed agire. Non solo. Vi sono contenute anche tutte quelle informazioni che contribuiscono a creare la qualità delle performance di ogni persona, sia psichiche che fisiche. Di fatto il DNA è una grande biblioteca.

L’informazione contenuta nel DNA viene trasportata dal nucleo, in cui è gelosamente conservata e protetta, nel citoplasma delle cellule da parte di una molecola che viene chiamata RNA messaggero, proprio per questa sua particolare funzione.

A questo punto nel citoplasma le informazioni ivi pervenute vengono tradotte in proteine che assicurano così il funzionamento dell’organismo: proteine di struttura, proteine di trasporto, enzimi, anticorpi, etc…

In particolare l’attenzione degli scienziati oggi si è concentrata nello studio di piccole modifiche in seno ai singoli geni. Infatti una semplice variazione di una delle basi che li compongono può comportare modifiche funzionali a carico della proteina sintetizzata. Si tratta dei cosiddetti SNPs, acronimo di Single Nucleotide Polymorphism (polimorfismi o variazioni del singolo nucleotide), proprio per rimarcare che quella che è cambiata è stata appunto una semplice, singola base.

L’alterazione delle caratteristiche costitutive di una proteina può non avere conseguenze oppure determinare un peggioramento della sua funzione o, al contrario,  migliorarne l’attività.

La genomica studia i fattori che determinano queste alterazioni funzionali.

L’informazione contenuta nel DNA altro non è che quella che siamo abituati a chiamare la nostra“sana costituzione” da sempre nel linguaggio comune.

Lo stato e la salute di ogni soggetto è infatti il frutto dell’interazione tra genoma (costituzione di base) ed ambiente (stile di vita, alimentazione, attività fisica, sostanze assunte etc).

Pertanto ognuno di noi può essere il protagonista del proprio presente e futuro poiché conoscendo i limiti e le potenzialità del nostro organismo, è possibile intervenire attivamente sullo stile di vita, sulle scelte nutrizionali e di necessaria integrazione nutrizionale personalizzata  garantendo in questo modo un trascorrere degli anni più sereno e performances psicosifisiche migliori, allontanando il rischio malattia, mantenendoci sani il più a lungo possibile e migliorando la qualità generale della vita.

Al momento della prenotazione del soggiorno, grazie  A.M.I.A., sarà possibile per ciascun ospite scegliere a quali test sul DNA sottoporsi.

Il campione salivare per l’esecuzione dell’analisi genomica è prelevato grazie ad un sistema non invasivo e indolore che consiste nello sfregamento di un tampone contro la parte interna della guancia.

Le procedure poste in essere da A.M.I.A. per la corretta esecuzione del test e per la consegna della refertazione, garantiscono il totale rispetto delle norme a tutela della privacy.

Grazie alla collaborazione con A.M.I.A., la Spa si potrà avvalere della consulenza di uno staff di specialisti che, sulla base dei risultati del test, potranno predisporre un piano personalizzato mirato a migliorare lo stile e la qualità di vita; intervenire sulle abitudini nutrizionali, intraprendere coerenti azioni di prevenzione, ottimizzare e potenziare le performances psico-fisiche; individuare specifici integratori, cosmeceutici nonché trattamenti biomedicali personalizzati e di ultima generazione.

DNA TEST RELATIVO ALL’INVECCHIAMENTO DELLA PELLE

Valuta la personalizzazione dei trattamenti estetici in funzione del DNA di un soggetto ai fini di contrastare rughe, invecchiamento cutaneo e la perdita di elasticità e di tono della cute. Prende anche in considerazione la salute degli annessi cutanei, in primis i capelli. Conseguentemente i nutraceutici individuati sulla base dei risultati del test, hanno la necessità di interagire, condizionandoli in positivo, con quei fattori che il test genomico può in quest’ambito specifico consentire di evidenziare.

Nel merito: sensibilità al photo-aging, suscettibilità verso le dismelanosi, qualità della formazione relativa alle fibre elastiche ed a quelle collagene, profilo infiammatorio, qualità dell’idratazione, funzionalità del sistema delle metallo proteinasi ed, infine, tendenza alla formazione degli AGE (Adavanced Glycated End-Products), fondamentali nel crono-aging.

E’ dunque un test indicato per l’individuazione e la personalizzazione dei trattamenti e dei cosmetici da scegliere per contrastare l’invecchiamento della pelle. In conclusione il test mette cioè in evidenza quali sono le caratteristiche genetiche della pelle di un soggetto in modo tale da consentire la materiale realizzazione di prodotti personalizzati ed adatti alle caratteristiche emerse dall’analisi genetica.

DNA TEST RELATIVO ALLA SENSIBILITA’ E ALLO STRESS

Il test valuta la predisposizione, rispetto al DNA di un soggetto, verso un’accentuata suscettibilità nei confronti degli stressors (stimoli stressogeni), la qualità delle performance mnesiche e cognitive, la tendenza verso le alterazioni dell’umore, una certa qual predisposizione verso forme di cefalea. In pratica il test è indicato per la valutazione della personale sensibilità verso gli stimoli stressogeni, consentendo così di agire per potenziare le performances psico-fisiche.

DNA TEST RELATIVO ALLA NUTRIZIONE E ALLA SENSIBILITA’ AI PROGRAMMI DIETOTERAPICI, SINDROME METABOLICA E REATTIVITA’ ALL’ESERCIZIO FISICO

Comprende tre distinti test.

Il primo risulta indicato per la personalizzazione del programma alimentare e dei nutraceutici che possono coadiuvare un efficace ed innovativo protocollo di dimagrimento.

Il secondo test è indicato per ottimizzare e adattare alle proprie potenzialità le scelte relative alla tipologia di attività fisica, all’allenamento ed alle performances sportive alle quali dedicarsi.

Infine, il terzo è indicatoper scegliere con serenità le supplementazioni ed i trattamenti più indicati per mantenersi attivi sul piano psico-fisico.

big booty mom sucking young cock.jav xxx bigass beauty spreads her ass and rides cock.
tamil sex amateur teen pounded in both holes.
slut asian mama deepthroats large dick and her pussy fingered.